The Black Game - Netflix Italia - Milano 2019
, ,

The Black Game. Ci abbiamo giocato anche noi: ecco come è andata

Ieri, 16 gennaio, non potevamo mancare alla prova sociale realizzata da Netflix Italia sul suo profilo di Instagram. Di cosa stiamo parlando? Di The Black Game, un gioco appunto legato logicamente ad un’iniziativa promozionale della serie BlackMirror e in particolare al suo ultimo episodio speciale, Bandersnatch, uscito lo scorso 28 dicembre.

Il programma del gioco interattivo è stato quello di controllare le azioni di una persona, in questo caso Pierpaolo, giovane allenatore di calcio, che dalla mattina alla 9 alla sera alle 19 non ha avuto alcuna possibilità di comandare le sue azioni. Infatti attraverso le stories del profilo di Netflix, i follower hanno avuto la possibilità di seguire la giornata del protagonista e condizionarne le azioni votando tra le scelte messe a disposizione.

The Black Game - Netflix Italia - Milano 2019

 

Come è iniziata la sua giornata e il Black Game?? Con l’arrivo di due uomini in cappuccio e il primo sondaggio sul look: la scelta tra il trash e lo chic (di cui è risultato vincitore il primo look con una colorata tuta in acrilico). Se la prima scelta ci ha fatto sorridere, la seconda ci ha fatto un po soffrire per lui: si trattava di far colazione con jalapeño o zampe di gallina. Il 60% ha optato per la prima sulla seconda. Tutto si svolgeva con il povero Pierpaolo, costretto a fare colazione con dei peperoncini. La sfida si è così susseguita per tutto il giorno.

Il format utilizzato per il Black Game era sempre lo stesso: sondaggio, 10 minuti per rispondere e la scelta dell’azione che doveva essere compiuta.

Abbiamo partecipato, ci siamo divertiti, ma dall’iniziale comicità, pian piano Pierpaolo è diventato un nostro amico e tutta quella cattiveria iniziale alla colazione è stata pian piano risparmiata. Ci siamo un po messi nei suoi panni e alla fine del gioco gli abbiamo anche voluto un po bene.

Intorno alle 18, la story della fidanzata che lo incontra e lo trova vestito in modo osceno, con un carrello da barbone, i capelli rasati e il disagio in volto ci fa un po chiedere “ma perchè lo stiamo facendo davvero?” anche se impazienti siamo curiosi di sapere cosa dovremo votare ancora.

The Black Game - Netflix Italia - Milano 2019

Esperimento ottimo e riuscito in una maniera perfetta a nostro avviso, anche se avremmo evitato la presenza di Elio delle Storie Tese e l’ingresso a Radio Deejay semplicemente per rendere tutto più “pulito” e meno costruito.

Quindi esperimento sociale o buona strategia di marketing? Quello che è sicuro è che tutto il lavoro ha ben beneficato Netflix Italia nella sua pagina Instagram, che solo alle 18 aveva ottenuto un numero di 35000 follower superiore a quello della mattina (fonte Social Blade).

In ogni caso tanto di cappello alla macchina perfetta di Netflix e in particolare all’agenzia di comunicazione milanese DUDE (che aveva già curato lo scorso anno la precedente iniziativa che permetteva di accedere a una cena in base al numero di follower posseduti e di cui avevamo fatto parte). Anche li i follower volavano (in tutti i sensi).

Chapeau

,

Utilizzare Instagram come Focus Group

Instagram non è solo un posto per like e follower. Oggi abbiamo deciso di analizzare un marchio ancora poco conosciuto in Italia. Ci è piaciuto il modo di mettersi in gioco e di cambiare la strategia di contenuto basandosi sulle reazioni dei suoi seguaci.

La maggior parte dei marchi guarda alle piattaforme social come Instagram per diffondere messaggi di prodotto, ma Allbirds utilizza Instagram per avere e scambiare idee sul prodotto e ricevere in modo diretto dei feedback dei propri clienti. Dal debutto del suo primo post Instagram 19 mesi fa, Allbirds ha realizzato ben 27 miglioramenti del prodotto che vende nei negozi americani come ” le scarpe più comode del mondo “.

Il marchio è stato subito evidenziato nel report di Internet Trends 2017 di Mary Meeker come uno dei marchi più reattivi, con una diapositiva che mostra tutti i cambiamenti di prodotto dall’input del cliente inseriti in una sola scarpa.

“Questo è uno degli aspetti della nostra strategia sociale di cui siamo davvero orgogliosi”, ha affermato Julie Channing (responsabile marketing dell’azienda). “Ascoltiamo ciò che piace ai consumatori e riceviamo regolarmente feedback che possiamo usare per essere sicuri che siamo fedeli al nostro standard di creazione di scarpe migliori, e questo è davvero un miglioramento continuativo”.

Allbirds fa appello ai suoi 76.700 follower di Instagram pubblicando contenuti accattivanti e divertenti, a differenza di altri concorrenti di calzature che potrebbero concentrarsi solo sulle prestazioni. Infatti, il profilo del marchio @allbirds presenta un mix di foto, GIF e persino filmati drone delle scarpe e le persone che li indossano in situazioni quotidiane per mostrare che le scarpe possono essere indossate in qualsiasi situazione.

Il modo in cui il marchio ascolta le preoccupazioni e i desideri dei suoi follower contribuisce a rafforzare l’immagine ricettiva del marchio.

“E’ qualcosa che le persone apprezzano davvero”, ha detto. “Sanno che stiamo ascoltando, quindi condividono molte delle loro idee con noi.”

Per esempio, lo scorso marzo, Allbirds ha debuttato in edizione limitata con una scarpa azzurra per uomini, annunciata su Instagram in un post con la scarpa su pile di cotone azzurro. Anche le donne sono state attratte dalla scarpa, e il post ha ricevuto più di 70 commenti in poco tempo (principalmente richieste di taglie femminili). In risposta, Allbirds ha creato la scarpa in taglie da donna, annunciando il lancio lo scorso agosto agosto sempre tramite un post su Instagram che ne ha evidenziato le richieste dei suoi follower per la scarpa.

Questa sopra è stata la risposta del marchio per il lancio della linea femminile.

“L’ultima volta che abbiamo rilasciato questa colorway solo per uomini, @susansiegmund ha commentato: “Per favore, per favore, fate il blu per le donne !! Vorrei comprarle in un batter d’occhio e so di non essere sola! ».” Susan, ti abbiamo sentito – e siamo entusiasti che ora puoi prendere un paio di questi Kotare Sky Runner. #weareallbirds.

Il marchio ha anche ricevuto un feedback negativi: la gente si lamentava di scivolare su solette e lingue rotanti. Allbirds di risposta, ha risolto i problemi e commentato per aggiornare i clienti che avessero già comprato la scarpa a fare il cambio nei negozi.

Altro punto positivo del marchio è nell’osservare da vicino quali contenuti attraggono maggiormente anche i suoi follower.

Il team creativo interno di Allbirds lavora alla creazione di contenuti, con due persone incentrate esclusivamente sui social media.

A livello di content creator generale potremo dire che l’azienda predilige gli scatti su fondali armoniosi e colorati (il più delle volte naturali) che ricordano il colore della scarpa. Un aspetto particolare è però nell’uso di riprese attraverso i doni, per filmare zoom veloci di persone in ambienti diversi che indossano le scarpe.

“Ci siamo accorti che, il contenuto fotografico di corrispondenza di colori e i clip di droni, attirano il maggior coinvolgimento” ha confessato sempre la stessa Channing dell’area marketing.

Il contenuto e il rinforzo del marchio sembrano dare i suoi frutti.

La pagina Instagram di Allbirds è aumentata del 200 per cento rispetto all’anno scorso. E nonostante abbia iniziato come brand di e-commerce, il marchio ha recentemente aperto due negozi fisici, uno a San Francisco a maggio e uno a New York il 13 settembre.

Noi non possiamo che fare un inchino e aspettare di vedere un loro negozio in Italia.

Influencer Marketing_Cover
, ,

I 7 passi per una strategia di Influencer marketing di successo

L’influencer marketing è diventato parte integrante della strategia per molte aziende.

Il grafico seguente mostra una percentuale dei brand che in diverse industrie e settori, stanno lavorando con influencer su Instagram, social con all’attivo oltre 300 milioni di utenti (dati secondo una recente relazione di L2 Inc).

Influencer marketing

Sviluppare una solida strategia di influencer marketing consiste nel trovare e sfruttare quegli influencer più adatti al tuo brand. Noi di Speedigital, che amiamo particolarmente queste collaborazioni, ci siamo permessi di stilare in sette passi, i punti da gestire per iniziare un lavoro di questo genere.

1- Determinare i tuoi obiettivi
L’influencer marketing sono un’ottima fonte di prova sociale per i marchi, ma prima di selezionare i principali influencer per la vostra azienda, è necessario impostare degli obiettivi. In primo luogo, bisogna definire il tuo target di destinazione ( la domanda che devi porti è chi stai cercando di raggiungere con la tua campagna?). Una volta stabilito il tuo pubblico di destinazione decidi di impostare un budget. Con l’aumento delle collaborazioni tra marchi e influencer, sempre più alto è il prezzo chiesto dagli influencer per una collaborazione. Dopo aver determinato il budget, seleziona i KPI da misurare (KPI è esattamente la Key Performance Indicator o meglio descritta come la chiave di prestazione). Alcuni KPI da considerare sono: raggiungimento del pubblico, opinioni, impegno e incremento dei seguaci.

Influencer Marketing_Fashion

2- Identificare gli influencer
Alcune delle più diffuse piattaforme di marketing influencer sono Instagram e Facebook e gli influencer probabilmente esistono già nel pool di fan e seguaci del tuo brand. È importante scegliere gli influencer i cui valori e lo stile corrispondono al tuo brand. Una volta determinato il tuo target di destinazione puoi iniziare a cercare la persona che più rifletta l’immagine della tua azienda. In particolare per le aziende più piccole, puoi iniziare a cercare direttamente all’interno del tuo pubblico tra i fan più fedeli che potrebbero essere interessati a diventare loro stessi i tuoi influencer. I così detti “micro-influencer” potrebbero essere un’opzione migliore di una promessa celebrità. Secondo un recente studio, i “micro-influencer” sono stati dimostrati più efficaci dei tradizionali “macro-influencer” a causa della loro autenticità.

3- Pianifica efficacemente la pubblicazione
L’influsso degli influencer tramite i social media non può essere sottovalutata (secondo i dati recenti, gli acquisti sono influenzati tra il 20 e il 50%). Una volta selezionato un influencer, la tua strategia deve sfruttare la rete. Il lavoro degli influencer è nel creare contenuti coerenti e conosciuti per i potenziali consumatori che possono essere riutilizzati in varie piattaforme da parte del brand. A questo va aggiunta la creazione di un buon piano editoriale che determini i tempi migliori per la pubblicazione utilizzando i KPI e le tendenze demografiche. Non da sottovalutare il fatto che l’influencer marketing, dovrebbe essere integrato con il resto della strategia pubblicitaria dell’azienda per creare una campagna coesiva che può espandere la portata del tuo brand e aumentare la consapevolezza del marchio.

Influencer Marketing_Fashion

4- Dare agli influencer la libertà creativa
Le migliori partnership tra influencer e marchi sono reciprocamente vantaggiosi. Quando si sceglie un influencer, i brand dovrebbero selezionare qualcuno che sia in linea con il marchio, il che significa che il loro contenuto dovrebbe riflettere i valori dell’azienda a priori della partnership. Una parte del motivo per cui gli influencer sono così efficaci è la loro autenticità e genuinità. Contrariamente a quanto avviene spesso in cui il marchio cerca di imporre una sua visione, crediamo che sia più opportuno per i brand permettere agli influencer di mantenere la loro creatività e lo stile personale durante le collaborazioni.

5- Rivedere e ottimizzare il contenuto dell’influenzar
Mentre gli influencer dovrebbero mantenere la loro originalità e lo stile naturale, i brand, dal lato loro, dovrebbero garantire che il loro contenuto sia di alta qualità e di marca. Quando si coopera per una campagna di marketing, le aziende dovrebbero anche essere certi che i loro influencer stanno pubblicando un contenuto allineato ai valori e agli obiettivi di marketing. Per ottimizzare la portata dei contenuti, i brand dovrebbero promuovere i post degli influencer e dall’altro lato incoraggiare il loro influencer a fare lo stesso con i loro. Combinando le forze si avranno migliori risultati. L’esposizione a un tweet di un brand su Twitter ha un aumento di 2.7% in termini di acquisto, ma quando i potenziali clienti sono esposti a un tweet di marca e un tweet di un influencer, tale aumento viene raddoppiato al 5.2%.

6- Focus sui messaggi e contenuti organici
I consumatori di oggi sanno quando i marchi stanno commercializzando un prodotto e molti di essi, sono ormai diventati immuni a questa pubblicità. Piuttosto che avere influencer che spingono un prodotto utilizzando un’ovvia attenzione, gli influencer dovrebbero integrare il prodotto del marchio nel loro ambiente naturale. Il successo di un influencer marketing  sta nella loro naturalità e autenticità.

7- Come facciamo a sapere che la tua strategia di marketing influencer sta funzionando?

Se il tuo marchio ha costantemente misurato i KPI, l’efficacia degli influencer sarà facilmente misurata. Oltre a soddisfare tutti gli obiettivi stabiliti, i brand dovrebbero sapere quali messaggi eseguono il migliore o il peggiore engagement, misurando in questo modo il coinvolgimento e le opinioni del pubblico.

Conclusione

Migliore al massimo le pratiche di ricerca degli influencer, aiuterà il tuo brand a sviluppare un’efficace strategia di marketing influencer. L’impostazione degli obiettivi assicura che l’efficacia delle campagne di marketing sia facilmente misurata. Mentre i brand devono garantire che i contenuti degli influencers siano allineati con i loro stili, valori e obiettivi di marketing, dal lato loro gli influencer dovrebbero avere la libertà di creare contenuti naturali e organici che sono in linea con il brand con cui collaborano.

 

generazione-instagram
,

Costruire un brand di successo per la Generazione Instagram

Costruire e commercializzare un marchio è un obiettivo in movimento ed evoluzione. Non esiste una sola ricetta per il successo, nessuna palla magica. Poiché le persone, le tecnologie e la cultura cambiano continuamente, così creare una buona campagna marketing è un lavoro che deve essere continuamente in contatto con ciò che lo circonda. È questa fluidità che apre opportunità per i brand emergenti e mette pressioni costanti sulle imprese consolidate per non smettere mai di evolversi.

David

Duncan di MINI lo conosce bene e così per evitare di “bloccarsi nel tempo”, osserva la costante necessità per marketing e business leader di non smettere mai di sperimentare i propri marchi attraverso gli occhi dei loro clienti.

Quando si parla del consumatore tipo di oggi, ci si ritrova a riflettere sulla generazione Z come la “Generation Instagram”. Come ogni generazione precedente, la generazione Instagram ha una nuova “rubrica” per identificare i marchi che amano e i prodotti che acquistano.

La Generazione Instagram comprende i consumatori nativi nel digitale, con una sensibilità e una consapevolezza al marketing tradizionale come nessun altro nelle generazioni precedenti.

Gli esperti di Marketing Digitale stimano che la maggior parte degli americani siano esposti ad un numero che va dai 4.000 ai 10.000 annunci ogni giorno. Come risultato di questo sovraccarico di informazioni, Generation Instagram è abituato a sintonizzarlo. Ciò pone le domande, come raggiungete le Millennials e le generazioni Z di oggi?

Questi tre punti di seguito sono gli aspetti principali su cui puntare l’attenzione per colpire la generazione Instagram.

1- Connettiti con qualcosa di più grande dei prodotti che vendi

Non è più sufficiente avere il miglior prodotto vendibile rispetto al tuo mercato di riferimento. Per costruire un marchio forte per la Generation Instagram, le aziende devono connettersi agli elementi sottostanti della cultura e dello stile di vita.

Il successo qui non è un formato adatto a tutti e è importante collegarsi a progetti o cause che si adattano al tuo brand, al tuo prodotto e quindi al cliente. Creare un identificativo del tuo cliente tipo ti permetterà di creare una connessione attraverso i suoi diversi stili di vita, cause o temi di passione come musica o sport.

2- Crea modi per partecipare a costruire il tuo brand

Il marketing non è più una via a senso unico, dove i marchi definiscono i loro messaggi ai loro destinatari. I marchi più forti oggi trovano il modo di coinvolgere i clienti alla creazione dell’identità del brand e alla connessione con il business in modo emotivo.

I marchi devono trovare il modo per inserirsi nelle comunità di riferimento del cliente e successivamente rappresentare e commercializzare i prodotti ai loro coetanei. Il passaparola è sempre stato uno dei driver più forti per un acquisto, ma con l’aumento dei social media, l’effetto è ampliato.

3- Crea una storia di marca autentica

Generazione Instagram desidera l’autenticità con una forte affinità per le marche che privilegiano la narrazione. Nel paesaggio di marketing di oggi, il contenuto è il re e le marche sono tenute ad intrattenere ed impegnarsi nel creare contenuti differenti a seconda del canale scelto.

 

Possiamo concludere che oggi il lavoro dei marketer sono molto diversi e più ampi di quello che erano fino a nemmeno cinque anni fa. Il reinventarsi continuamente e la capacità di sorprendere il cliente e in questo caso particolare la Generazione Instagram, sono il valore aggiunto che permette ad un’azienda di avere la ricetta del successo.  Altra cosa essenziale è nella capacità di questa nuova generazione di essere molto più attenta alla qualità del contenuto.

E in questo possiamo aiutarvi noi!

Arket
,

Strategia social del nuovo marchio d’abbigliamento ARKET

Avevamo già parlato di quanto sia importante un buon piano Social e un’ottimo studio dell’immagine un po di tempo fa (puoi legge l’articolo qui).
Oggi abbiamo deciso di analizzare lo sviluppo social di uno dei nuovi marchi del mondo fashion: Arket, settima marca della società svedese H&M, lanciata ufficialmente lo scorso 25 agosto con un negozio a Londra e un sito di e-commerce disponibile in 18 paesi europei.

004003-941 27-29 Long Acre, Covent Garden, London. The new ARKET store will open later this year. #ARKET

Un post condiviso da ARKET (@arketofficial) in data:

Anche se la data di apertura del loro primo negozio è di appena due settimane, grazie ad un ottimo lavoro social Arket sta aumentando la consapevolezza nei consumatori già dallo scorso Marzo, quando ha iniziato a condividere immagini sul suo profilo di Instagram.

L’account Facebook è arrivato poco dopo, con i primi post sulla pagina nel mese di giugno. La società, che ha iniziato a condividere i i veri materiali di marketing ufficiali solamente il 3 agosto (dalla data di apertura del profilo in data 30 marzo), sembra che grazie all’ottimo studio sull’immagine e sulla brand identity abbia già entusiasmato organicamente più di 74.400 follower su Instagram e 22.000 seguaci su Facebook.

Le prime foto e video – inclusi i filmati provenienti da fabbriche in Svezia, Cina e Italia, nonché le immagini della profumeria Arket nel sud della Francia – hanno aiutato il marchio a formulare un’identità definitiva già dalla sua fase iniziale.

“Instagram ha fornito una piattaforma altamente coinvolgente dove i follower reagiscono sopratutto all’autenticità dell’immagine”, ha dichiarato Andrew Higgins, direttore del marketing dell’azienda Pixlee. “Essere in grado di mostrare Arket in modo fresco, dando una visione del dietro le quinte del marchio è stato fatto per costruire la consapevolezza per il lancio”.Quando è stato annunciato all’inizio di quest’anno, Arket (che significa “foglio di carta” in svedese) è stato descritto come un “mercato moderno che offre prodotti essenziali per uomini, donne, bambini e casa”.Per H&M, Arket si inserisce nella sua più ampia strategia annunciata all’inizio di quest’anno per diversificare la propria immagine al di là del suo tradizionale marchio di moda mondiale. Seguendo il successo delle sue attività più sperimentali, come COS e & Other Stories – entrambi leggermente eleganti con negozi in stile boutique – la società sta trovando ulteriori modi per inserirsi nelle nicchie che vanno contro al mercato di massa.

 

120005-319 – Pattern: Tartan – Department 1 Men Type 20 Shirts Product 120005 Material 319 Cotton twill #ARKET

Un post condiviso da ARKET (@arketofficial) in data:

Apu Gupta, amministratore delegato e co-fondatore della società di marketing Curalate, ha dichiarato che oltre a sviluppare la consapevolezza di un nuovo marchio, Instagram sta diventando uno strumento per lanciare nuovi prodotti prima che siano disponibili nei negozi o on-line. Un esempio di questo è il suo cliente J.Crew, che ha usato Instagram Stories per vendere 50 paia di nuovi occhiali da sole davanti al lancio ufficiale del prodotto lo scorso agosto. I fan appassionati potevano acquistare tramite un collegamento che è stato condiviso esclusivamente su Instagram con l’obiettivo di raccogliere fervore sul prodotto e guidare le vendite future.
“L’influenza e la portata di Instagram e di altri canali sociali hanno spinto a cambiare il modo in cui i marchi vedono sociale, dalla consapevolezza del marchio a canali che possono anche essere utilizzati per il commercio” ha detto. “Le marche intelligenti utilizzeranno sempre di più i social media per introdurre i loro seguaci a prodotti che non sapevano mai esistere, oltre a raccontare una narrazione più ampia del marchio”.