design_diesel-ceo
, ,

La nuova campagna Digital di Diesel: Wanted (Chair Executive Officer)

Cosa più uscire quando un brand provocatorio come Diesel trova un’agenzia di comunicazione creativa in grado di coinvolgere a 360 gradi i suoi clienti tramite i social? Esce una campagna pubblicitaria che fa il boom di visualizzazioni e di giornali che ne parlano.

Il nome di tutto questo è il contest Wanted (Chair Executive Officer) creato da Diesel ad inizio di Ottobre.

Partiamo dall’inizio.

L’ultimo CEO di Diesel, Alessandro Bogliolo, è partito per Tiffany nel mese di luglio e da allora il marchio sta cercando attivamente una sostituzione. Di solito, la partenza di un amministratore delegato non spinge una società a gridare della sua mancanza di leadership senior nel suo marketing, ma Diesel ha preso questo fattore per dargli una visione diversa basando una campagna intera intorno a questo.

Lo scorso 5 ottobre, attraverso la pagina ufficiale del brand viene pubblicato un video (che trovate sopra) e la frase

“You’d better sit down for this. Literally. Our CEO left. And he left us not only with empty hearts but with an empty chair. Show us in the comments your amazing sitting skills and you can become the Diesel CEO (Chair Executive Officer). Not kidding. (I mean, yes, kidding. But in a not-kidding way of kidding, you know?) You will come to Diesel HQ in Italy and sit like a boss for a week.”

Il video, con protagonista Renzo Rosso, inizia con l’umoristica frase “internet people, good morning” prosegue dicendo “il nostro direttore ci ha lasciato, lasciando uno spazio vuoto nei nostri cuori, ma soprattutto, una sedia vuota”, indicando l’abilità maggiore necessaria per la posizione richiesta lanciando la sfida con “prima di tutto, devi essere bravo a sederti”.

Risultato? Più di 2000 foto, GIFs e video sono state postate sulla pagina del brand in soli 4 giorni. Il video ha avuto 675.000 visualizzazioni solo su Facebook, con quasi 5000 like e 900 condivisioni.

In linea con l’anti conformità del marchio, Publicis Italia ha tentato di creare qualcosa che rendesse le persone libere di esprimersi e fare qualcosa fuori dal comune.

Con una buona gestione social, Diesel ha mantenuto i suoi follower attaccati per quasi l’intero mese fino alla scorsa settimana quando hanno pubblicato il seguente post: “quando ti abbiamo sfidato, non sapevamo nemmeno che esistessero tante tecniche di seduta! Grazie per aver condiviso con noi la tua follia.”

Vincitore di quella che potrebbe chiamarsi la (denim) of throne, è stato Dann Vervoort, 29enne, ballerino contemporaneo professionista.

Lunedì Diesel ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la frase “he came, he sat, he conquered” di cui vi riproponiamo di seguito il divertente video (che ha tutt’oggi all’attivo 2300 like con 117 share e 68 commenti).

Provando ancora una volta il suo talento nella gestione digitale, l’attenzione di Diesel è stata nel seguire tutto lo svolgimento della campagna tramite il suo account di Facebook (lasciando in disparte quello di Instagram che non si sarebbe ben prestato per una campagna di questo genere). L’azienda è stata presente ad ogni singolo commento, inviando di risposta GIF personalizzate di Renzo Rosso per approvare ironicamente o disapprovare le competenze dei candidati.

Che altro dire? Chapeau.

 

 

Influencer Marketing_Cover
, ,

I 7 passi per una strategia di Influencer marketing di successo

L’influencer marketing è diventato parte integrante della strategia per molte aziende.

Il grafico seguente mostra una percentuale dei brand che in diverse industrie e settori, stanno lavorando con influencer su Instagram, social con all’attivo oltre 300 milioni di utenti (dati secondo una recente relazione di L2 Inc).

Influencer marketing

Sviluppare una solida strategia di influencer marketing consiste nel trovare e sfruttare quegli influencer più adatti al tuo brand. Noi di Speedigital, che amiamo particolarmente queste collaborazioni, ci siamo permessi di stilare in sette passi, i punti da gestire per iniziare un lavoro di questo genere.

1- Determinare i tuoi obiettivi
L’influencer marketing sono un’ottima fonte di prova sociale per i marchi, ma prima di selezionare i principali influencer per la vostra azienda, è necessario impostare degli obiettivi. In primo luogo, bisogna definire il tuo target di destinazione ( la domanda che devi porti è chi stai cercando di raggiungere con la tua campagna?). Una volta stabilito il tuo pubblico di destinazione decidi di impostare un budget. Con l’aumento delle collaborazioni tra marchi e influencer, sempre più alto è il prezzo chiesto dagli influencer per una collaborazione. Dopo aver determinato il budget, seleziona i KPI da misurare (KPI è esattamente la Key Performance Indicator o meglio descritta come la chiave di prestazione). Alcuni KPI da considerare sono: raggiungimento del pubblico, opinioni, impegno e incremento dei seguaci.

Influencer Marketing_Fashion

2- Identificare gli influencer
Alcune delle più diffuse piattaforme di marketing influencer sono Instagram e Facebook e gli influencer probabilmente esistono già nel pool di fan e seguaci del tuo brand. È importante scegliere gli influencer i cui valori e lo stile corrispondono al tuo brand. Una volta determinato il tuo target di destinazione puoi iniziare a cercare la persona che più rifletta l’immagine della tua azienda. In particolare per le aziende più piccole, puoi iniziare a cercare direttamente all’interno del tuo pubblico tra i fan più fedeli che potrebbero essere interessati a diventare loro stessi i tuoi influencer. I così detti “micro-influencer” potrebbero essere un’opzione migliore di una promessa celebrità. Secondo un recente studio, i “micro-influencer” sono stati dimostrati più efficaci dei tradizionali “macro-influencer” a causa della loro autenticità.

3- Pianifica efficacemente la pubblicazione
L’influsso degli influencer tramite i social media non può essere sottovalutata (secondo i dati recenti, gli acquisti sono influenzati tra il 20 e il 50%). Una volta selezionato un influencer, la tua strategia deve sfruttare la rete. Il lavoro degli influencer è nel creare contenuti coerenti e conosciuti per i potenziali consumatori che possono essere riutilizzati in varie piattaforme da parte del brand. A questo va aggiunta la creazione di un buon piano editoriale che determini i tempi migliori per la pubblicazione utilizzando i KPI e le tendenze demografiche. Non da sottovalutare il fatto che l’influencer marketing, dovrebbe essere integrato con il resto della strategia pubblicitaria dell’azienda per creare una campagna coesiva che può espandere la portata del tuo brand e aumentare la consapevolezza del marchio.

Influencer Marketing_Fashion

4- Dare agli influencer la libertà creativa
Le migliori partnership tra influencer e marchi sono reciprocamente vantaggiosi. Quando si sceglie un influencer, i brand dovrebbero selezionare qualcuno che sia in linea con il marchio, il che significa che il loro contenuto dovrebbe riflettere i valori dell’azienda a priori della partnership. Una parte del motivo per cui gli influencer sono così efficaci è la loro autenticità e genuinità. Contrariamente a quanto avviene spesso in cui il marchio cerca di imporre una sua visione, crediamo che sia più opportuno per i brand permettere agli influencer di mantenere la loro creatività e lo stile personale durante le collaborazioni.

5- Rivedere e ottimizzare il contenuto dell’influenzar
Mentre gli influencer dovrebbero mantenere la loro originalità e lo stile naturale, i brand, dal lato loro, dovrebbero garantire che il loro contenuto sia di alta qualità e di marca. Quando si coopera per una campagna di marketing, le aziende dovrebbero anche essere certi che i loro influencer stanno pubblicando un contenuto allineato ai valori e agli obiettivi di marketing. Per ottimizzare la portata dei contenuti, i brand dovrebbero promuovere i post degli influencer e dall’altro lato incoraggiare il loro influencer a fare lo stesso con i loro. Combinando le forze si avranno migliori risultati. L’esposizione a un tweet di un brand su Twitter ha un aumento di 2.7% in termini di acquisto, ma quando i potenziali clienti sono esposti a un tweet di marca e un tweet di un influencer, tale aumento viene raddoppiato al 5.2%.

6- Focus sui messaggi e contenuti organici
I consumatori di oggi sanno quando i marchi stanno commercializzando un prodotto e molti di essi, sono ormai diventati immuni a questa pubblicità. Piuttosto che avere influencer che spingono un prodotto utilizzando un’ovvia attenzione, gli influencer dovrebbero integrare il prodotto del marchio nel loro ambiente naturale. Il successo di un influencer marketing  sta nella loro naturalità e autenticità.

7- Come facciamo a sapere che la tua strategia di marketing influencer sta funzionando?

Se il tuo marchio ha costantemente misurato i KPI, l’efficacia degli influencer sarà facilmente misurata. Oltre a soddisfare tutti gli obiettivi stabiliti, i brand dovrebbero sapere quali messaggi eseguono il migliore o il peggiore engagement, misurando in questo modo il coinvolgimento e le opinioni del pubblico.

Conclusione

Migliore al massimo le pratiche di ricerca degli influencer, aiuterà il tuo brand a sviluppare un’efficace strategia di marketing influencer. L’impostazione degli obiettivi assicura che l’efficacia delle campagne di marketing sia facilmente misurata. Mentre i brand devono garantire che i contenuti degli influencers siano allineati con i loro stili, valori e obiettivi di marketing, dal lato loro gli influencer dovrebbero avere la libertà di creare contenuti naturali e organici che sono in linea con il brand con cui collaborano.